domenica 3 marzo 2019

NETANYAHU: ISRAELE E RUSSIA LAVORERANNO PER RIMUOVERE TUTTE LE FORZE STRANIERE DALLA SIRIA

South Front
Sa Defenza 



Benjamin Netanyahu ha negato il fatto sbagliato. Fotografia: Ronen Zvulun / Reuters

Israele e Russia lavoreranno tramite un gruppo congiunto per rimuovere tutte le forze straniere dalla Siria, ha detto il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu il 3 marzo alla riunione settimanale del governo.

"Il Presidente Putin e io abbiamo concordato un obiettivo comune: la rimozione dalla Siria delle forze straniere che sono entrate dopo la scoppio della guerra civile ... Abbiamo deciso di istituire una task force congiunta che, insieme ad altri, lavorerà per avanzare verso questa obiettivo ", ha detto alla Reuters il premier israeliano.

Nonostante l'accordo con la Russia, Netanyahu ha sottolineato che il suo paese continuerà a lavorare contro le forze iraniane in Siria. Israele ha effettuato centinaia di attacchi aerei sul paese devastato dalla guerra negli ultimi otto anni con questo pretesto.

"Ho chiarito inequivocabilmente che Israele non permetterà il radicamento militare iraniano in Siria, e ho chiarito inequivocabilmente che continueremo ad agire militarmente contro di esso", ha detto Netanyahu al suo governo, secondo il Jerusalem Post.

La settimana scorsa, Netanyahu ha visitato Mosca e ha tenuto ampi colloqui sulla Siria con il presidente Vladimir Putin. Questo è stato il primo incontro faccia a faccia tra i due leader dal radicamento del piano di intelligence russo sulla Siria a settembre.

Dopo l'incontro, Putin ha rivelato che i due paesi stanno lavorando per costituire un gruppo di lavoro con lo scopo di normalizzare la situazione in Siria dopo la sconfitta dei terroristi.

"L'idea è che  tutte le parti interessate, prima di tutto, naturalmente, la leadership della Repubblica araba siriana, così come l'opposizione, questi sono paesi della regione, tutti coloro che sono coinvolti in questo conflitto", ha detto Putin poi.

Mentre Tel Aviv considera il ritiro delle forze iraniane dalla Siria come una priorità assoluta, Mosca e Damasco considerano la presenza del personale iraniano nel paese come una mossa legale perché sono schierati su richiesta del governo siriano.

Inoltre, Damasco e Teheran sono impegnati in una profonda cooperazione tecnologica militare. Ciò significa che il gruppo misto non otterrà probabilmente il ritiro di tutte le forze straniere. D'altro canto, il gruppo può diventare uno strumento utile per ridurre la situazione tra i poteri coinvolti nel conflitto e iniziare a lavorare su una decisione di compromesso sulla risoluzione del conflitto.

*****

Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli  ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM
Reazioni:
Categories: , , ,

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!